coronavirus
coronavirus

Ugola gonfia: cosa è, sintomi, cura e rimedi

Ugola gonfia: cosa è, sintomi, cura e rimedi

Ugola gonfia: cosa è

La condizione di ugola gonfia è conosciuta come uvulite, che è l’infiammazione del prolungamento impari e mediante di forma conica nella parte più interna del palato molle, al confine con la faringe.

È abbastanza semplice da osservare perché la si vede ad occhio nudo, l’infiammazione dell’ugola tende a coinvolgere le strutture limitrofe come rinofaringe, laringofaringe e l’orofaringe e nei casi più gravi alla laringe.

Se si hanno sospetti circa questa condizione Da Vinci Salute permette di consultare un medico online in pochi minuti.

Accedendo al sito è possibile in pochi clicks richiedere un consulto tramite video-consulto online e inserire in fase di prenotazione un allegato che il medico potrà visionare. Il tutto con uno smartphone e in assoluta comodità da casa propria!

Consulta un dottore

Ugola gonfia: sintomi

L’ugola gonfia si presenta rossa, calda, gonfia e dolorante. Si può espandere fino a cinque volte il suo volume, conferendole un aspetto allungato e allargato.

Se arriva a toccare la lingua si può avvertire la sensazione di corpo estraneo e/o soffocamento. Raramente arriva a creare un reale ostacolo alla respirazione.

L’ugola gonfia può determinare o essere correlata a: problemi nella respirazione; problemi nell’emissione della voce; mal di gola; difficoltà nella deglutizione; dolore nella deglutizione; passaggio di cibo nel rinofaringe; febbre; naso che cola; sensazione di corpo estraneo in gola. Alcuni sintomi possono peggiorare durante la notte (ed a migliorare durante il giorno).

Le cause dell'ugola gonfia possono essere di natura infettiva e non infettiva: Infezioni acute e croniche batteriche, virali e fungine, disidratazione, fumo di sigaretta, traumi, ingestione e\o inalazione di sostanze caustiche o gas irritanti e tossici, smog, cibi e liquidi troppo caldi, allergie, sesso orale, manovre endoscopiche, ulcera aftosa, tumori. Può essere primaria quando l’infiammazione è sorta prima all’ugola e secondaria quando la sintomatologia inizia da strutture anatomiche limitrofe.

Consulta un dottore

Ugola gonfia: cura e rimedi

La diagnosi da ugola gonfia è prevalentemente clinica, si basa su una buona anamnesi eseguita dal vostro curante o dallo specialista.

Potrebbe essere utile il tampone oro-faringeo, che permette di individuare il patogeno responsabile dell’infezione.

Raramente e solo in caso di dubbio diagnostico possono essere eseguiti altri esami come esami del sangue, rx toracico, analisi dell’espettorato, tc, ecografia, test allergologici, tracheoscopia, laringoscopia, ossimetria, emogasanalisi, spirometria, broncoscopia, biopsia polmonare.

Al di la degli esami che si possono eseguire rimane fondamentale una buona visita medica e la raccolta precisa dei dati anamnestici.

Cura
Per poter trattare l'ugola gonfia va individuata la sua causa, se siamo di fronte ad una infezione virale si estingue da sola nel giro di pochi giorni, l’infiammazione può essere sedata con fans o cortisonici.

Per quanto riguarda le infezioni batteriche va valutata l’assunzione di antibiotici.

E' consigliato smettere di fumare, evitare cibi e liquidi troppo caldi, usare il profilattico, evitare luoghi inquinati, respirare col naso, idratarsi correttamente, e parlare il meno possibile. Può tornare utile l’uso di collutori con blandi antinfiammatori.

Consulta un dottore