coronavirus
coronavirus

Mal di testa: cos'è, sintomi, cura e rimedi

Mal di testa: cos'è, sintomi, cura e rimedi

Mal di testa: cos'è

Il mal di testa o per meglio dire la cefalea è un dolore localizzato alla testa, cuoio capelluto, collo, viso ed interno del cranio.

È uno dei motivi più comuni di ricorso alle cure dei sanitari. Molti ne soffrono in modo frequente e fino ad arrivare a dei mal di testa violenti ed invalidanti.

Raramente i mal di testa sono sintomo di gravi patologie e possono essere primari o secondari ed in questo secondo caso causati da un altro disturbo.

  • I disturbi della cefalea primaria includono emicrania, cefalea a grappolo e cefalea muscolo-tensiva questa in assoluto la più comune.
  • Le cefalee secondarie possono derivare da disturbi a cervello, queste sono le più gravi perché possono essere manifestazione di emorragie, tumori e meningiti.

Questi mal di testa possono essere causati anche da disturbi agli occhi, naso, gola, seni nasali, denti, mascelle, orecchie o nuca o da un disturbo diffuso in tutto il corpo come l’influenza. L’interruzione di assunzione di sostanza come la caffeina ed alcuni farmaci può causare la comparsa del mal di testa.

Consulta un dottore

Mal di testa: sintomi e classificazione

I sintomi possono variare a seconda della tipologia di mal di testa ma solitamente l’insorgenza è intensa ed improvvisa.

Può comparire congestione nasale o perdita di liquido da una narice (rinorrea) e un dolore molto intenso dallo stesso lato del cranio che si diffonde vicino all’occhio.

Nelle cefalee a grappolo il picco di dolore viene raggiunto entro alcuni minuti e può durare da 30 minuti fino ad arrivare alle due ore.

Nel caso delle cefalee muscolo tensive invece si avrà la sensazione di avere una fascia stretta attorno alle testa che coinvolge anche gli occhi e infine tutta la testa, episodiche o croniche, di durata variabile. Queste tipologie di mal di testa non sono influenzate da luci, rumori, e non compare la nausea e il vomito.

Nel caso delle emicranie invece succede proprio l’opposto, le persone che ne soffrono generalmente trovano conforto nello stare sdraiati e al buio.

Generalmente soffre di emicrania riesce a riconoscerne l’arrivo e nel 25% dei casi è accompagnato da un “aura” ovvero anomalie temporanee e reversibili della vista, della sensibilità, dell’equilibrio, del coordinamento muscolare o del linguaggio, possono arrivare a durare anche quattro giorni.

In ogni caso occorrerà consultare il proprio medico per definire la necessità a meno di iniziare una terapia. Con Da Vinci Salute è possibile richiedere subito un consulto tramite video, audio o chat con un medico online che, in base a quelli che sono i vostri sintomi, sarà in grado di darvi le risposte adeguate sulla prevenzione e su quali rimedi adottare in attesa di effettuare una visita presso un ambulatorio.

Consulta un dottore

Mal di testa: cura e rimedi

Per scoprire le cause che sono alla base del mal di testa il medico chiederà informazioni sulle sue caratteristiche: frequenza, durata, localizzazione del dolore, intensità, tipologia di dolore e se sono presenti altri sintomi.

Il medico avrà premura di intervistarla anche sulla manifestazione del mal di testa: quanto tempo impiega per arrivare al massimo grado di dolore, con cosa peggiora e cosa la fa migliorare, se si tratta della prima comparsa o se ricorrente, se cambia nel tempo, assunzione o interruzione di terapia con farmaci, traumi recenti e se familiari ne soffrono.

Il consulto online potrebbe sfociare nella prescrizione di un esame neurologico e delle condizioni muscolari di collo ed infine sul midollo spinale.

A supporto di quanto detto potrebbe essere consigliata una risonanza magnetica o una TAC. Sebbene raramente i mal di testa sono causati da gravi patologie sottostanti.

I casi in cui ci si deve allarmare sono: cambiamenti a carico della vista, perdita di controllo dell’equilibrio della mobilità, difficoltà a parlare e di comprensione, sonnolenza, stato confusionale, febbre e rigidità nucale dolore o impossibilità di muovere la testa verso il torace o la schiena, cefalea improvvisa, dolore a tempie o mascelle, presenza di tumori o HIV, utilizzo di immunosoppressori, febbre e perdita di peso, occhi rossi e presenza di aloni attorno alle luci.

In tutti questi casi ci si deve rivolgere con urgenza al medico, che programmerà con urgenza la risonanza o la tc.

Cura

La terapia verrà impostata una volta riconosciuta la causa che provoca il mal di testa. Possono essere usati i seguenti farmaci: ossigenoterapia, antidolorifici ed antinfiammatori, triptano o diidroergotamina somministrati tramite iniezione, zolmitriptan o un anestetico locale assunto come spray nasale e gli anticonvulsivanti.

A volte per prevenire quelle a grappolo viene utilizzato preventivamente il prednisone, un corticosteroide somministrato per via orale, il litio e si arriva anche all’utilizzo in caso di fallimento delle altre terapie ai farmaci oppioidi e al blocco nervoso.

Consulta un dottore