Mal di gola bambini: cosa è, cause e quando intervenire

Mal di gola bambini: cosa è

Il mal di gola è un sintomo piuttosto comune nei bambini specie nei mesi più freddi. Il mal di gola è anche detto faringite e si manifesta con un arrossamento delle mucose, che possono vedersi meglio se ci aiutiamo con una sorgente luminosa come la torcia del telefono ad esempio o una piccola torcia.

I bambini che non sono in grado di parlare ci faranno intuire di avere mal di gola rifiutando il cibo o piangendo durante il pasto dal momento che la deglutizione risulterà difficoltosa, anche con la semplice saliva.

I bambini che invece sono in grado di verbalizzare ce lo diranno, viva voce che hanno mal di gola.

Consulta un dottore

Mal di gola bambini: cause

Il mal di gola il più delle volte è di origine virale ed è causa anche del raffreddore. Nel 10% dei casi il responsabile è un batterio che si chiama Streptococco, che preferisce i bambini sopra i tre anni, ed è da sospettare se il bimbo presenta anche febbre.

Per scoprire se si tratta di streptococco è necessario fare un tampone faringeo, esame indolore, eseguibile in pochi minuti. Identificare lo streptococco è importante per trattarlo con una terapia adeguata, evitando complicazioni.

Un'altra causa del mal di gola nei bambini si associa spessissimo alla tonsillite, cioè l’infiammazione delle tonsille. I bambini che sono colpiti dalla tonsillite, avranno la tendenza a dormire con la bocca aperta, svegliandosi con la bocca asciutta e la gola irritata. Può agevolarli l’uso di un umidificatore. La durata della malattia di media è 3-4 giorni.

Consulta un dottore

Mal di gola bambini: quando intervenire?

Ecco un elenco di momenti in cui è il caso di intervenire.

  1. Se il bambino oltre a manifestare o comunicarvi di avere mal di gola presenta anche la febbre se questa dovesse persistere per più di 5-6 giorni, o se dopo 48-72 ore di antibiotico non è ancora scomparsa
  2. Se il dolore è molto forte e non cessa con i farmaci
  3. Se non ha molta facilita nell’aprire le fauci. il bambino sbava, sputa o ha grandi problemi nella deglutizione
  4. Se respira male e il naso è libero
  5. Se è molto debilitato, stanco

Il mal di gola va trattato con adeguata terapia antibiotica che dovete valutare col vostro medico, a tal proposito vi invitiamo a non fare di testa vostra con la somministrazione di antibiotici, perché potreste scegliere un antibiotico inadeguato, sbagliare i dosaggi o usarlo in modo in appropriato il che potrebbe comportare lo sviluppo di antibiotico resistenza, evenienza da scongiurare. La terapia antibiotica si somministra per cicli e non è raro che venga affiancata a terapia antinfiammatoria.

Consulta un dottore

6 consigli per alleviare il mal di gola

  • Cibi freddi e non troppo liquidi, aiutano a diminuire il dolore, il vostro bimbo non dira non ad una piccola coppetta di gelato che gli dara sollievo
  • Preparate cibi per una dieta leggera
  • Soluzioni antisettiche o antinfiammatorie naturali possono dare sollievo, ricordate che non vanno mai somministrate prima del tampone
  • Può essere utile, previo consulto col pediatra per stabilire il dosaggio, l’utilizzo di paracetamolo o ibuprofene se il mal di gola è molto intenso o se c’è febbre
  • Non usare antibiotici perché : “mio nipote ha usato questo e ora sta bene” , gli antibiotici sono efficaci solo se la causa è batterica, in caso di mal di gola virale, non hanno alcun effetto e possono causare danni
  • Seguite le indicazioni del pediatra anche per l’eventuale esecuzione del tampone faringeo

Consulta un dottore