Dolore alla vescica: cosa è, sintomi e come si cura online

Dolore alla vescica: cosa è

Il dolore alla vescica, ovvero cistalgia, si manifesta con dolore in regione pelvica retropubica associato o meno ad altri disturbi urinari che possono essere differenti quali bruciore (in genere all’inizio del mitto urinario) e dolore alla minzione, sovente accompagnato da sensazione di dover urinare spesso con eliminazione di poca quantità di urine.

Il dolore alla vescica può avere cause diverse: alimentari, quindi legate per esempio ad assunzione di cibi piccanti o ad alimentazione povera di liquidi; abitudinarie, per esempio trattenere l’eliminazione delle urine pur sentendone il bisogno per motivi di tempo, di luogo, di stili di vita. A tal proposito basti pensare a tutte quelle situazioni in cui si è fuori casa per studio, lavoro o tempo libero e si omette o si ritarda di svuotare la vescica pur sentendone il bisogno fisiologico.

Le cause, però, più frequenti sono quelle in cui il dolore è legato ad un’infiammazione determinata da un’infezione che colpisce una parte o tutto l’apparato urinario. Può coinvolgere solo la vescica e in questo caso parleremo di cistite o interessare le vie urinarie cosiddette alte interessando gli ureteri, i bacinetti renali e le strutture interne al rene stesso. Più alta è l’infezione più importanti sono le complicazioni e i danni al rene stesso che ne possono derivare.  Ne va di conseguenza che le forme di infezioni che nascono dalla vescica possono complicarsi in infezioni delle alte vie, pertanto è importante individuarle e trattarle in modo corretto.

Il batterio che, nella maggior parte dei casi, provoca l’infezione urinaria risponde al nome di Escherichia Coli, ma altri agenti patogeni possono essere virus o funghi. Le donne sono maggiormente soggette ad esserne colpite poiché hanno l’uretra più corta rispetto agli uomini ed una locazione anatomica della stessa uretra più vicina all’ano. Si stima, infatti, che circa il 50% delle donne vanno incontro almeno una volta a un’infezione alle vie urinarie nel corso della propria vita.

Quando l’infezione e il conseguente dolore alla vescica sono a carico delle basse vie urinarie è conosciuta come cistite semplice: i sintomi avvertiti sono una minzione frequente, urgente e dolorosa, come già accennato. Nel caso in cui invece l’infezione abbia colpito le vie urinarie superiori è nota col nome di pielonefrite e, oltre ai sintomi già citati, provoca anche febbre, dolore addominale e problemi della funzionalità renale.

Se per le persone di sesso femminile l’infezione urinaria è in assoluto la più frequente, soprattutto nella fascia d’età tra i 16 e i 35 anni, per gli uomini invece si tratta di un disturbo più raro che colpisce in particolare dai 50 anni in su. Le principali cause che predispongono a tali infezioni, nel genere maschile, derivano da un’anomalia funzionale oppure anatomica del tratto genitourinario. Tra questi citiamo gli interventi invasivi come cateterismo vescicale e uroscopia. L’infezione può presentarsi in seguito all’adenoma prostatico, ossia l’aumento di volume della ghiandola prostatica che può determinare compressione della sola vescica o anche dell’uretra e dunque difficoltà di svuotamento con ristagno urinario.

Tra gli altri fattori che influenzano il dolore alla vescica e le infezioni alle vie urinarie dobbiamo menzionare la vita sessuale. Si stima che per le donne con un’attività sessuale frequente sia la causa del 75% delle infezioni alla vescica. L’utilizzo di spermicidi e del profilattico aumentano anche essi il rischio di infezioni. Predispongono, inoltre, alle infezioni urinarie nei maschi alcune patologie a carico dei genitali esterni che necessitano magari di intervento chirurgico quali la fimosi e l’iperplasia alla prostata. Il diabete mellito è un fattore di rischio comune ai due sessi.

Nei bambini invece le infezioni sono spesso causate dal reflusso vescico-ureterale e dalla costipazione. L’igiene intima ha un’importanza fondamentale nella prevenzione. Per quanto sopra affermato, le persone che presentano sintomi che possono richiamare ad un sospetto di cistite o infezione urinaria devono definire il loro stato di infezione in tempi utili. Tramite la piattaforma DaVinci Salute hanno l’opportunità di richiedere consulti medici online con medici generalisti esperti, urologi e ginecologi. Si ribadisce che è fondamentale rivolgersi subito a un esperto qualora si manifestino i sintomi di un’infezione, in modo da poter prevenire un eventuale peggioramento e di individuare una cura adeguata.

 

Consulta un dottore

Dolore alla vescica: sintomi più frequenti

I sintomi che accompagnano il dolore alla vescica sono piuttosto chiari: bruciore durante la minzione, necessità di urinare con frequenza, perdita involontaria di urina, urgente bisogno di minzione nelle ore notturne, urina che si presenta torbida e maleodorante, tracce di sangue nell’urina. Si tratta di sintomi che generalmente sono causati da un’infezione alla vescica (cistite) oppure all’uretra (uretrite) quindi al tratto urinario inferiore. Nel caso in cui l’infezione urinaria abbia colpito il tratto superiore, altri sintomi preoccupanti sono febbre alta, brividi, dolori all’addome o ai fianchi, vomito e nausea.

I sintomi possono essere forti o moderati e, nelle donne in buona salute, durano all’incirca per 6-7 giorni. Nei bambini i sintomi sono meno evidenti, tuttavia i segnali di un’eventuale infezione si possono cogliere qualora presentino incontinenza urinaria, febbre, perdita di appetito e vomito. Negli anziani pure i sintomi non sono così facilmente individuabili, motivo per cui la presenza di un’infezione può essere accompagnata da inspiegabile stanchezza, alterazione dello stato mentale e incontinenza urinaria.

In presenza di tali sintomi è consigliabile rivolgersi subito a uno specialista o a un medico esperto. La nuova piattaforma DaVinci Salute mette a disposizione consulti medici online in modo da ottenere tempestivamente il parere di un medico qualificato che può aiutare il paziente a risolvere il problema senza incorrere in trafile burocratiche o eccessivo dispendio di tempo.

Consulta un dottore

Dolore alla vescica: cura e rimedi

Il dolore alla vescica viene di norma trattato e contrastato attraverso la somministrazione di antibiotici, la cui modalità di somministrazione e durata dipende dal grado di infezione e dall’agente causante l’infezione stessa. Per arrivare a definire la terapia sarà necessaria un’intervista accurata al paziente.

In primis il medico rivolgerà delle domande relative ai sintomi avvertiti dal paziente e procederà con un’anamnesi prossima e remota per analizzare le cause predisponenti, i tempi e le modalità di insorgenza dei sintomi e infine un esame obiettivo. Se lo riterrà necessario farà eseguire anche un’urinocoltura per identificare quale tipo di microrganismo ha causato l’infezione: a tal proposito con DaVinci Salute è possibile richiedere anche solo la lettura di un esame svolto in precedenza.

Solitamente per le donne può bastare l’assunzione di un antibiotico per almeno 5 giorni per risolvere un’infezione moderata, mentre in presenza di un’infezione più importante deve essere somministrato per circa 7-10 giorni. Negli uomini che invece manifestano un’infezione urinaria causata da prostatite il trattamento può durare alcune settimane. Spesso i medici, oltre all’assunzione di antibiotico, prescrivono al paziente la fenazopiridina che è utile ad alleviare il dolore urinario e il bruciore della vescica infiammata, attutendo anche l’urgenza di minzione.

Se è vero che le infezioni urinarie più leggere vengono contrastate grazie all’assunzione per via orale di antibiotici per circa una settimana, le infezioni più ricorrenti e fastidiose invece prevedono una cura antibiotica a basse dosi che può durare anche diversi mesi. Per le infezioni gravi il medico consiglierà un trattamento antibiotico endovenoso attuato in regime ospedaliero.

Alle donne e agli uomini che soffrono di cistite è altresì consigliato di aumentare il consumo di liquidi durante l’arco della giornata, evitare alimenti piccanti e alcolici, urinare con frequenza ottimale e al momento del bisogno, evitare uso di spermicidi o di spray intimi irritanti; assumere, eventualmente e periodicamente, antibiotici a basse dosi.

La prevenzione è un aspetto molto importante da mettere in pratica in campo urologico: su DaVinci Salute potrete consultare tempestivamente un medico esperto o un urologo o un ginecologo online che saprà analizzare la vostra situazione, valutare i vostri sintomi e dunque trovare la cura adatta oppure consigliare come prevenire eventuali infezioni.

Consulta un dottore